Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Progetto di interscambio culturale

Cultura e Spettacolo
30 maggio 2017

Trieste e Lubiana unite dal jazz

di redazione (fonte Ufficio stampa Comune di Trieste)
Presentata nel capoluogo regionale la 58esima edizione del Festival della capitale slovena. Nei prossimi giorni, toccherà a TriesteLovesJazz essere ospitato oltreconfine
CONDIVIDI
19579
(ph. Comune di Trieste)
Cultura e Spettacolo
30 maggio 2017 di redazione (fonte Ufficio stampa Comune di Trieste)

Presentata a Trieste la 58^ edizione del Jazz Festival di Lubiana, in programma nella capitale slovena dal 28 giugno al 2 luglio. “Il Festival Jazz di Lubiana – ha affermato l’assessore alla Cultura del Comune di Trieste, Giorgio Rossi – è uno dei più importanti a livello europeo che alimenta e incentiva un rapporto transfrontaliero determinante con la vicina Slovenia di scambi culturali, dalla musica all'arte al teatro, tracciando un percorso per le nuove generazioni e  nuove occasioni occupazionali”.

Alla conferenza stampa di presentazione sono intervenuti anche Gabriele Centis, coordinatore di Casa della Musica, nonché direttore artistico di TriesteLovesJazz, e i direttori artistici del Jazz Festival Ljubljana, Pedro Costa e Bogdan Benigar con Stefano Zucchiatti, coordinatore dell'European Jazz Conference che si svolgerà dal 21 al 24 settembre sempre a Lubiana. Nei prossimi giorni, invece, nell’ottica di interscambio culturale, nella capitale slovena si presenterà proprio il festival TriesteLovesJazz.

Quest'anno al Festival di Lubiana si esibiranno insieme leggende della musica come Archie Shepp e Reggie Workman (in un tributo a John Coltrane) e giovani musicisti come la cantante Emilia Martensson e la chitarrista Susanna Risberg. Un programma che riunisce diversi modi di fare jazz e include anche alcuni tra i nomi più interessanti e di successo della scena inglese (Shabaka Hutchings, Yussef Kaamal, Alexander Hawkins), i protagonisti del mondo musicale berlinese (Lucia Cadotsch, Amok Amor, Philm), il piano-duo di Kris Davis e Craig Taborn, formidabili trombettisti direttamente da New York (Ambrose Akinmusure, Peter Evans, Amir ElSaffar, Nate Wooley) a Lubiana con le loro band o a completare le line up di altri ensemble.

Il Festival proporrà anche alcuni musicisti sloveni particolarmente talentuosi, attivi in Slovenia o all'estero - Artbeaters, Kaja Draksler (con il suo ultimo Hearth Quartet), Dre Hočevar con il Nate Wooley Quartet, Igor Lumpert (anche lui con il suo Quartetto), Cene Resnik (con il suo Trio), Boštjan Simon (con Velkro).

Sempre a Lubiana si terrà dal 21 al 24 settembre la European Jazz Conference che annualmente riunisce i membri della rete dei festival locali del jazz e della musica alternativa in Europa. Un festival in crescita negli ultimi anni e che lega 118 organizzazioni di 35 Paesi. Quest'anno a Lubiana saranno 300 gli operatori del settore presenti: direttori artistici, manager culturali, agenti, giornalisti, che discuteranno di jazz e dell'organizzazione di concerti per stringere legami sempre più stretti. Filo conduttore della 'tre giorni', saranno le migrazioni.

Commenti (0)
Comment