Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

In occasione della Festa europea della Musica

Cultura e Spettacolo
20 giugno 2017

Note senza barriere

di redazione (fonte Ufficio stampa CSS)
Due concerti in programma nelle case circondariali di Tolmezzo e Gorizia con esibizioni live destinate alla popolazione detenuta
CONDIVIDI
19836
The High Jackers (ph. Pagina Facebook)
Cultura e Spettacolo
20 giugno 2017 di redazione (fonte Ufficio stampa CSS)

Il linguaggio universale della musica entra e supera le barriere delle Case Circondariali di Tolmezzo e Gorizia per trasmettere un messaggio di integrazione e cultura in occasione della Festa europea della Musica. Durante il solstizio d’estate sono due le esibizioni live su uno speciale palco destinate alla popolazione detenuta promosse dal CSS Teatro stabile di innovazione del FVG all’interno del Progetto di contrasto all’esclusione sociale.

Mercoledì 21 giugno il quartetto friulano Blue Cash formato da Alan Malusà Magno( voce e chitarra), Andrea Faidutti (voce e chitarra), Marzio Tomada (contrabbasso e voce) e Alessandro Mansutti (batteria)  porterà le proprie sonorità all’interno delle Casa Circondariale di Tolmezzo. Blue Cash, nome anche dell’omonimo disco d’esordio della band, è un quartetto acustico che proporrà a partire da Johnny Cash un repertorio che spazia dai Rolling Stones, ai Beatles fino a Elvis Presley.

La data di mercoledì 21 è realizzata con Servizio Sociale dei Comuni dell’Ambito distrettuale 3.2 Carnia in collaborazione con il Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria Direzione Casa Circondariale di Tolmezzo.

Venerdì 23 giugno nella Casa Circondariale di Gorizia il collettivo The High Jackers, ideato dal chitarrista e cantante Stefano Taboga che insieme alla chitarra di Alan Malusà Magno, il contrabasso di Marzio Tomada e la batteria di Marco D’Orlando dirotterà l’ascoltatore verso una dimensione fatta di soul, funk che viaggia dal rock’n’ roll delle origine al raffinato hip-hop newyorkese. L’iniziativa è realizzata con l’UTI - Unione Territoriale Intercomunale Collio Alto Isonzo Servizio Sociale del Comune di Gorizia e il Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria Direzione Casa Circondariale di Gorizia.

Commenti (0)
Comment