Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Guarda le immagini

Cultura e Spettacolo
30 giugno 2017

La musica di Battiato conquista Palmanova

di Giovanni Candussio (Ufficio stampa Azalea Promotion)
Tremila spettatori hanno applaudito il maestro assieme alla Royal Philharmonic Concert Orchestra
CONDIVIDI
19977
(ph. Fabrice Gallina)
Cultura e Spettacolo
30 giugno 2017 di Giovanni Candussio (Ufficio stampa Azalea Promotion)

Grande successo per il concerto di Franco Battiato e la Royal Philharmonic Concert Orchestra tenutosi ieri sera in Piazza Grande a Palmanova, davanti a un pubblico entusiasta di oltre 3 mila spettatori. Due ore di concerto con protagonisti due eccellenze della musica e della cultura internazionali, Franco Battiato e l’orchestra reale di Londra appunto, assieme in questo progetto che ha visto solo 5 concerti in alcune fra le più suggestive location d’Italia, in esclusiva per il Nordest nella città stellata.

I successi del cantautore catanese hanno trovato la loro migliore resa grazie agli archi della Royal Philharmonic Orchestra, alla conduzione di Carlo Guaitoli (il pianista che lo accompagna in studio e in tutti i live) e alle sonorità di Angelo Privitera, da quasi un trentennio alle tastiere e programmazione in una lettura nuova che, oltre allo slancio sinfonico, ha visto un’esecuzione molto raffinata, a tratti elettrica, del repertorio.

La serata è stata aperta da una suite contenente diverso materiale proveniente dalle colonne sonore dei tre film di Battiato: “Perduto Amor”, Musikanten” e “Niente è come sembra”. Non sono poi hit storiche dell’artista come “L’era del cinghiale bianco”, “E ti vengo a cercare”, “La cura” e “I treni di Tozeur”, tra le altre.

Commenti (0)
Comment