Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Guarda le foto on line

Cultura e Spettacolo
03 agosto 2017

Gorizia, presentata la mostra sul Monte Santo

a cura della redazione
Allestita negli spazi della Parrocchia di San Rocco, sarà visitabile fino al 16 agosto. Evento speciale a 300 anni dall'incoronazione della Sacra Effigie
CONDIVIDI
20694
(ph. Claudio Pizzin)
Cultura e Spettacolo
03 agosto 2017 della redazione

Presentata a Gorizia nella Sala Incontri della Parrocchia di San Rocco la mostra monografica "Il Monte Santo sopra Gorizia: a 300 anni dall' incoronazione della Sacra Effigie", a cura del Centro per la Conservazione e la Valorizzazione delle Tradizioni Popolari Borgo San Rocco.

L’incontro è stato inaugurato da un momento musicale della pianista Michela Sbuelz. "Il Monte Santo – ha affermato la presidente del Centro Tradizioni Laura Madriz nell’intervento introduttivo – è il nostro Santuario, da qualunque punto della città si alzi la testa si può vederlo. Desidero ringraziare due Istituzioni cittadine che da anni collaborano con noi, la Biblioteca del Seminario Teologico Centrale nella persona di Isabella Sgoifo e la Biblioteca Statale Isontina nelle persone di Marco Menato e Antonella Gallarotti”.

Dopo gli interventi dei rappresentanti istituzionale – l’assessore comunale alla cultura, Fabrizio Oreti, e il parroco di San Rocco don Ruggero Dipiazza – lo storico Andrea Nicolausig ha tracciato la storia del Santuario e della Sacra Effigie, con l’aiuto di alcune letture interpretate da Andreina Tacus Bertuzzi, tratte da cronache dell'epoca.

Al termine, il direttore della rivista "Borc San Roc" Vanni Feresin, curatore della mostra e della pubblicazione monografica dedicata al 300mo anniversario dall' incoronazione, ha specificato i dettagli inerenti la mostra e le opere visibili.

La mostra rimarrà aperta ogni giorno dalle 18.30 alle 23.30 fino al 16 agosto.

Commenti (0)
Comment