Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

In collaborazione con il policlinico universitario dell’ospedale di Udine

Turismo
06 dicembre 2017

Grotte di Villanova, il futuro è anche terapeutico

di redazione (fonte Ufficio stampa Grotte di Villanova)
Prima volta in FVG in un ambiente naturale. Risulterebbero ideali per la cura delle malattie respiratorie
CONDIVIDI
22691
(ph. Grotte di Villanova)
Turismo
06 dicembre 2017 di redazione (fonte Ufficio stampa Grotte di Villanova)

Le Grotte di Villanova saranno utilizzate anche per scopi terapeutici. È la prima volta in un ambiente naturale. Lo rende noto il Gruppo Esploratori e Lavoratori Grotte di Villanova (Gelgv). Il presidente, Mauro Pinosa, annuncia che il gruppo è già al lavoro e sta collaborando con il dottor Mario Canciani, responsabile di allergologia e pneumologia della clinica pediatrica del policlinico universitario dell’ospedale di Udine.

«Ci sono stati sopralluoghi – spiega Pinosa – eseguiti da Canciani, che ringraziamo per l’interessamento. È emerso che le nostre grotte sono un ambiente ideale per la cura delle malattie respiratorie, grazie a fattori positivi quali umidità, temperatura, assenza di agenti inquinanti e di allergeni, per esempio pollini e acari. Non da ultimo, la presenza di correnti d’aria moderate e pure. Siamo entusiasti di poter collaborare con il dottor Canciani. Il mio lavoro mi porta a viaggiare molto. Da oltre 10 anni sto seguendo per passione la speleoterapia in alcuni Paesi del mondo e così ho pensato che potesse essere una buona idea da proporre anche qui da noi».

Recentemente, nell’ambito della sessantaquattresima premiazione del lavoro e del progresso economico, la Camera di Commercio di Udine ha conferito al Gruppo Esploratori e Lavoratori Grotte di Villanova il riconoscimento “Diploma di benemerenza con medaglia d’oro – premio promozione del territorio”, per l’attività di valorizzazione turistica delle Grotte di Villanova e dell’Alta Val Torre.

«Per i successi che stiamo ottenendo – le parole di Mauro Pinosa – desidero ringraziare l’amministrazione regionale, che ci è sempre stata vicina realizzando grandi opere all’interno delle grotte. Un grazie, in particolare, a Enrico Bertossi, amministratore che ha intuito le grandi potenzialità delle grotte per lo sviluppo turistico e ci ha dato fiducia. Il Gelgv ha dimostrato che la fiducia è stata ben riposta. Guardiamo ancora alla Regione per completare i lavori e questo comporterebbe un immediato raddoppio dei visitatori».

La stagione turistica 2017 ha fatto registrare un aumento del 30%, rispetto all’anno precedente, per quanto riguarda il numero delle presenze sul percorso turistico. Il nuovo direttivo, negli ultimi 20 anni, ha quadruplicato i visitatori e realizzato diverse iniziative, eventi e collaborazioni con altre realtà turistiche regionali e nazionali. «Abbiamo anche ottenuto – conclude Pinosa – l’assegnazione dell’ufficio IAT regionale. Il 14 agosto, inoltre, avevamo già superato le presenze complessive del 2016 e, nella sola settimana di Ferragosto, abbiamo registrato oltre 2 mila visitatori in grotta. Un ringraziamento va anche alle nostre bravissime guide».

Commenti (0)
Comment