Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Al via la decima edizione

Cultura e Spettacolo
11 dicembre 2017

Il Piccolo Festival dell'Animazione invade il FVG

di redazione (fonte Ufficio stampa Viva Comix)
Oltre 80 corti di animazione, rigorosamente d'autore, scelti dal panorama artistico internazionale. Fino al 29 dicembre proiezioni, anteprime, incontri in tutta la regione
CONDIVIDI
22728
Una scena di "Mosquito"
Cultura e Spettacolo
11 dicembre 2017 di redazione (fonte Ufficio stampa Viva Comix)

Arriva al suo decimo compleanno il Piccolo Festival dell'Animazione, che si tiene nelle principali sale cinematografiche di tutto il territorio del Friuli Venezia Giulia (ma si "allunga" anche fino a Ljubljana e Venezia) dall'11 al 29 dicembre 2017.

Serate clou del festival sono quelle del 27, 28 e 29 dicembre, che vedono la proiezione - in un vero e proprio concorso – di una trentina di corti d'animazione, scelti dalla direzione artistica, e la conseguente doppia premiazione dei vincitori, decretati da una giuria specializzata e dal pubblico. A festeggiare il decimo traguardo del festival arriva una presenza di rilievo nel panorama mondiale dell'animazione: il premio Oscar (2001) Michael Dudok de Wit che sarà presente in regione per presentare il suo "La tartaruga rossa", film candidato agli Oscar e prodotto da Studio Ghibli, lo stesso di Miyazaki.
Il Piccolo Festival dell'Animazione - organizzato dall'Associazione Viva Comix di Pordenone per la direzione artistica di Paola Bristot, con il supporto della Regione Friuli Venezia Giulia - è già nel cuore delle attività: fino al 16 dicembre si svolge tra Trieste, Pordenone, Udine, Gorizia, Cervignano e Dobbia-Staranzano  (ma anche Lubiana e Venezia) e guarda con particolare attenzione ai giovani, sia tra gli artisti sia tra il pubblico. Una settimana ricca di proiezioni,  anteprime, incontri, molti dei quali dedicati alle scuole di ogni ordine e grado, e diversi masterclass: alcuni di essi con il già citato Dudok de Wit, e altri con Mauro Carraro, autore giovane ma tra i più noti nel panorama nazionale per il suo stile visionario ed evocativo.

Gli oltre ottanta titoli in programma sono divisi in sezioni, diversamente declinate nel calendario del festival: Animakids è la sezione dedicata ai più piccoli; Animayoung  è una serie scelta appositamente per i ragazzi; le Opere prime sono una selezione dei migliori film di diploma di giovani autori delle principali Scuole Internazionali di Cinema; la sezione dedicata ai Film di Guerra, fa una panoramica su alcune tematiche relative al primo conflitto mondiale e ad altri tipi di conflitti attuali; una menzione speciale va alla serie di Animazioni italiane che dà vita anche a una omonima mostra, allestita da Animateka di Lubiana, e a una pubblicazione in DVD (già il quinto numero della serie), a cura di Andrea Martignoni e Paola Bristot, che hanno scelto i corti da segnalare per l'alto livello di qualità tra eccellenze dell'animazione sul territorio nazionale.

Commenti (0)
Comment