Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Gli Angel’s Wings Recording Studio & Arts Center

Cultura e Spettacolo
08 gennaio 2018

Una realtà all'avanguardia

di redazione (fonte Angel’s Wings Recording Studio & Arts Center)
A Pantianicco di Mereto di Tomba opera una struttura all'avanguardia in Europa nel campo della registrazione musicale
CONDIVIDI
23083
Nico Odorico e Monica Zinutti
Cultura e Spettacolo
08 gennaio 2018 di redazione (fonte Angel’s Wings Recording Studio & Arts Center)

I nuovi studi di registrazione Angel’s Wings Recording Studio & Arts Center a Pantianicco di Mereto di Tomba, di Nico Odorico e Monica Zinutti, nascono da un’idea cullata per oltre 3 anni e rappresentano lo sviluppo e l’evoluzione del già esistente studio di registrazione Angel’s Wings. Sono stati inaugurati il 7 febbraio 2015 da una madrina e un padrino d’eccezione: la cantante italiana Cristina Donà e lo scrittore Davide Sapienza.

Ubicati all’interno di una villa immersa nel verde, gli studi sono stati realizzati ricorrendo a scelte tecniche all’avanguardia e di alto profilo qualitativo, ispirandosi alla filosofia degli studi americani e inglesi. L’obiettivo è quello di far esprimere a musicisti e artisti la propria creatività in piena libertà e agio, in un ambiente attrezzato e al contempo molto confortevole.

La progettazione acustica delle sale è stata curata e firmata dal designer texano John H. Brandt secondo i dettami dell’approccio “non-environmental room”, il quale consente di creare spazi capaci di offrire un ascolto perfetto, equilibrato e uniforme, non turbato in alcun modo dall’ambiente circostante. Per realizzare le sale e ottenere degli ambienti acusticamente performanti sono state utilizzate 1.600 mq di lastre di cartongesso da 18 mm, incrociate fra loro utilizzando uno speciale prodotto resiliente che permette una maggiore elasticità delle pareti, smorzando le vibrazioni, e di circa 1.000 mq di lana di vetro per ottenere la massima fonoimpedenza.

Sopra queste pareti è stato creato il vero e proprio controllo acustico, realizzato con una struttura di legno riempita interamente di altri 800 mq di lana di vetro e lana di roccia opportunamente combinata. Il pavimento è in legno di rovere, è steso sopra un massetto indipendente dalla struttura dell’edificio ed è completamente flottante: questo fa sì che i rumori dell’esterno non vengano trasportati e diffusi all’interno della sala. Le pareti sono rivestite con stoffa acustica specifica trasparente al suono, in modo da non creare riflessioni sonore inopportune.

Altra curiosità sono le porte interne che conducono agli studi, costruite artigianalmente e riempite con una speciale sabbia per una fonoimpedenza estrema (peso di ciascuna porta circa 170 kg). Tutti gli studi sono dotati di climatizzazione e riciclo, assicurando sempre aria pulita e una ottimale ossigenazione delle stanze.

Per quanto riguarda gli strumenti e la tecnologia disponibili, gli studi sono dotati di attrezzature esclusive, disponendo di large format consolle della Solid State Logic. Nello studio A si trova un banco analogico modello SSL 4000 E/G+ da 64 canali: questa consolle misura 4,7 metri, ed è l’unico modello della SSL serie 4000 di queste dimensioni presente in Italia.

La “Big Live Room” di 70 mq è la sala in cui viene ripresa, tramite appositi microfoni, l’esecuzione dei musicisti. Studiata appositamente per essere utilizzata nelle registrazioni d’insieme di interi gruppi o band musicali, questa modalità è particolarmente utilizzata negli Stati Uniti e nel Regno Unito, e consente di catturare l’energia e l’affiatamento tra i musicisti che contraddistingue la performance musicale. «È il contatto tra le persone, lo sguardo, il “blend” degli strumenti ed il “groove” della band – spiega Monica Zinutti – che portano i musicisti a esprimere al massimo le loro potenzialità. La sala di ripresa, grazie a questa dimensione, è ideale anche per la registrazione di cori, orchestre o bande, permettendo di catturare il suono in maniera ottimale senza disturbi di rumori esterni».

All’interno della struttura, che comprende un totale di 250 mq, è presente anche un’area relax e una cucina attrezzata, che permettono piena libertà di organizzazione della giornata lavorativa. Questa scelta permette all’artista di dedicarsi totalmente alla sua performance musicale in piena libertà e senza vincoli di orari.

La nomination tra i quattro migliori studi di registrazione d’Europa ai Pro Sound Awards del 2016 ha dato conferma della vincente filosofia scelta come metodo di lavoro proposto agli Angel’s Wings Recording Studios.

Gli studi hanno ospitato numerosi artisti nazionali e internazionali, tra cui Bobby Solo, la cantante slovena Tinkara Kovac, Luca Napolitano, George Aaron, Tamara Obrovac, l’Italian Gospel Choir, The Powerful Gospel Corale, il coro FVG Gospel Mass Choir, gli Harmony Gospel Singers, il coro Picozza, il coro Freevoices, il pianista Sebastian Di Bin, il chitarrista Gianni Rojatti e il batterista Erik Tulisso, il cantante Gianni Drudi, il cantautore Luigi Maieron, il rapper carnico Doro Gjat, Empatia, Volvodrivers, Simone Piva, Athanor Guitar Quartet, Laura Bisceglia.

Commenti (0)
Comment