Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Stanziati dal MIBACT

Attualità
21 febbraio 2018

Palmanova, altri 2 milioni di euro per i Bastioni

di redazione (fonte Ufficio stampa Comune Palmanova)
Destinati per l’intervento di consolidamento strutturale e di restauro del sistema della cinta fortificata
CONDIVIDI
24112
(ph. Comune di Palmanova)
Attualità
21 febbraio 2018 di redazione (fonte Ufficio stampa Comune Palmanova)

Il Ministero dei Beni e delle attività Culturali e Turismo ha deciso di destinare 2.000.000 di euro per l’intervento di consolidamento strutturale e restauro del sistema della cinta fortificata di Palmanova, in funzione di una sua salvaguardia, riuso e valorizzazione. Assieme a questi fondi, sono stati stanziati altri 120.000 per la verifica del rischio sismico, la riduzione delle vulnerabilità e il restauro di Porta Udine.

Arrivano così a un totale 10 milioni di euro i fondi che nei prossimi anni saranno impiegati sui Bastioni, Patrimonio mondiale dell’Umanità UNESCO. I primi 5 milioni, definiti nel 2016, provengono dall’accordo tra Stato, Regione Friuli Venezia Giulia e Comune di Palmanova: tre di questi dal Ministero e gli altri due stanziati dall’amministrazione regionale. Un secondo finanziamento, del valore di tre milioni di euro, è poi giunto dal MIBACT direttamente al Comune. Con i due milioni di euro appena decisi, il totale sale così a 10.

“Mai così tanti finanziamenti sono stati destinati al restauro della Fortezza di Palmanova. Portare l’attenzione nazionale sul caso Palmanova è servito. Questo è un momento di vera rinascita per tutta la città, per la sua storia, per i tanti beni architettonici che qui sono conservati. Una rinascita anche economica grazie al conseguente sviluppo turistico. Come Comune siamo già all’opera per investire prima possibile questi fondi, per salvaguardare e restituire nel migliore dei modi ciò che l’UNESCO ha definito Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Di tutto questo non possiamo che ringraziare il Ministero e la Regione FVG” dichiara l’amministrazione comunale di Palmanova.

Questi fondi rientrano nella graduatoria, pubblicata ieri sul sito del Ministero, relativa al Piano antisismico per i musei statali, riqualificazione delle periferie e recupero del patrimonio culturale.

Il comitato tecnico scientifico del Mibact ha approvato un piano di investimenti pari a 597.058.875 milioni di euro sul patrimonio culturale italiano. Fondi immediatamente disponibili per realizzare interventi in tutta Italia: il più importante piano antisismico finora finanziato sul patrimonio museale statale, una serie di azioni per la riqualificazione delle periferie urbane e numerosi restauri di beni culturali segnalati dal territorio.

Il piano, che attinge al Fondo per gli investimenti e lo sviluppo infrastrutturale del Paese istituito dalla legge di bilancio 2017, risponde a una visione organica che considera strategico il ruolo del patrimonio culturale nelle politiche di tutela, sviluppo e promozione dei territori.

Commenti (0)
Comment