Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Dal 10 marzo al 19 maggio

Cultura e Spettacolo
08 marzo 2018

Trieste, ritorna il Festival di Musica per Bambini

di redazione (fonte Ufficio stampa Casa della Musica)
In programma una ventina di appuntamenti tra spettacoli e incontri. Ecco il programma
CONDIVIDI
24374
Kids Loves Jazz (© Goina)
Cultura e Spettacolo
08 marzo 2018 di redazione (fonte Ufficio stampa Casa della Musica)

Casa della Musica / Scuola di Musica 55 di Trieste festeggia il decimo traguardo del Festival di Musica per bambini, che debutta sabato 10 marzo per proseguire fino al 19 maggio.

Al crescere delle candeline crescono anche i partner che collaborano alla realizzazione del Festival: insieme al Comune di Trieste, tornano anche quest'anno la Fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi, il Festival Wunderkammer, il Conservatorio di Musica Tartinil'Immaginario Scientificol'Aurora Ensemble e Comunicarte. Tra i nuovi compagni di viaggio sono Rai Radio Kids - che affianca l’intervento ormai consolidato della Sede Rai del Friuli Venezia Giulia, entrambe media partner del Festival, l'Associazione Internazionale dell'Operetta. Coordinamento e direzione artistica sono come sempre affidati a Gabriele Centis e Vincenzo Stera

Si conferma anche la mission del Festival, quella di orientare i più piccoli e le loro famiglie all'ascolto dei più diversi linguaggi musicali e più in generale espressivi: oltre ai numerosi spettacoli ed incontri, il programma prevede il convegno : “Le esperienze di ascolto nella formazione del bambino" dedicato ad educatori dei nidi,  docenti delle scuole dell’infanzia e primaria, musicisti, studenti e laureati in scienze della formazione, studenti del Conservatorio musicale, genitori.

Sabato 10 marzo il debutto con "Una piccola Storia di Jazz", per bambini dai 4 ai 10 anni, in doppia replica - alle 11 e alle 17 - all'Auditorium di Casa della Musica: uno spettacolo che unisce la spiritosa narrazione alle più varie forme di swing, blues e tradizione afro americana. 

Domenica 11 marzo, per entrare nel clima del festival, la Rai - Sede del Friuli Venezia Giulia trasmette la replica de "La musica dello Gnomo Mirtillo" coprodotta e registrata nel 2014.

Sabato 17 marzo, ancora in doppia replica (ore 11 e 17), sempre a Casa della Musica, torna la "Storia di una Stella Marina", prodotto dal Festival di musica per bambini e dal Festival Wunderkammer – mini W, una storia favolosa e visionaria, da ascoltare e guardare insieme, tra pop up in movimento, narrazione e musica dal vivo (per i bambini dai 3 ai 6 anni).

Mercoledì 21 marzo, alle 17.30 è il Teatro Stabile Sloveno a ospitare "Bastiano e Bastiana", il Singspiel di Mozart  nella versione prodotta per l'occasione dall'Associazione Aurora Ensemble e dall'Associazione Internazionale dell’operetta FVG, dedicata ai bambini (e non solo) dai 5 anni in su.

Domenica 8 aprile il Festival torna a Casa della Musica dove alle 10.30 va in scena "Gomito a gomito", una produzione Festival Wunderkammer - miniW, che vede due pianiste sedersi e farsi i dispetti suonando musiche di Fauré sullo stesso pianoforte, accompagnate da narrazione e incantevoli pop up (per i bambini tra i 5 e i 10 anni).

Domenica 15 aprile  un concerto a più voci  per i piccolissimi, ancora una produzione di Casa della musica realizzata e guidata dagli insegnanti della Scuola di musica 55 per bambini: "In-canto per te" è dedicato ai bambini tra 0 e 10 mesi. Ninne nanne e filastrocche cantate e danzate e dolci melodie  per accogliere le prime capacità dei piccolissimi a sviluppare la propria innata musicalità.

Sabato 21 aprile, alle 17 ancora a Casa della Musica, torna il "Circo Nai e Max", da Carrara, a far sognare i bambini tra 2 e 6 anni: musica originale suonata live dalla fisarmonica e un bizzarro teatro di burattini destano continue sorprese nel raccontare senza parole una storia magica. 

Sabato 21 aprile all'Immaginario Scientifico i più grandi (dai 7 anni) sono invitati fuori per la Notte Immaginaria - Il suono della scienza: niente genitori, solo bambini e sacchi a pelo, fuori per una notte a godersi il museo, gli esperimenti sonori e merende e colazioni rigorosamente scientifiche. 

Mercoledì 9 maggio alle 17.30 il Festival è ospite della Sala "Victor de Sabata" del Ridotto del Verdi: "Un'orchestra e un coro per te" illustrano la potenza e la duttilità degli strumenti e delle voci del teatro d'opera a spettatori più o meno piccoli.  

Grande ritorno sabato 12 maggio alle 11 e alle 17 (Casa della Musica) de "La musica dello Gnomo Mirtillo", la produzione storica del Festival di Musica per bambini, e ormai un vero classico: il viaggio del piccolo gnomo invisibile attraverso il bosco verso la sua nuova casa.

Ultimo appuntamento per il pubblico è quello del 19 maggio con "Percussion": il Conservatorio Tartini apre le sue porte e rende possibile un incontro dei bambini del festival con i docenti e gli allievi delle classi di percussioni: i timpani, la grancassa, i piatti, la batteria, gli xilofoni e molti altri strumenti saranno spiegati e messi alla prova.

Tra aprile e maggio alcuni degli spettacoli (il calendario è disponibile sul sito www.festivaldimusicaperbambini.com) sono riservati su prenotazione alle scuole.

Sabato 14 aprile è la data del convegno "Le esperienze di ascolto nella formazione del bambino" che occuperà l'Auditorium "Marco Sofianopulo" per tutta la mattinata, destinato a educatori dei nidi, docenti delle scuole dell’infanzia e primaria, musicisti, studenti e laureati in scienze della formazione, studenti del Conservatorio musicale, genitori. Il convegno è patrocinato dall'Ufficio Scolastico Regionale del Friuli Venezia Giulia ed è realizzato nell'ambito  del "Progetto di divulgazione della cultura umanistico musicale rivolta all'area dell'infanzia 0-6" con il contributo della Regione FVG.

A concentrarsi sul tema e sui suoi risvolti sull'ambito educativo e dell'apprendimento saranno, unitamente al direttore artistico Vincenzo Stera, anche Eva Orzan, direttore audiologia e otorinolaringoiatria IRCCS materno infantile "Burlo Garofolo" di Trieste, Roberto Favero, musicologo e saggista, docente di Storia dello Spettacolo e della Musica presso  l’Accademia di Belle Arti di Brera di Milano; Franca Mazzoli, pedagogista e formatore dell'Associazione “QB Quanto Basta” di Bologna, Piero Pieri,  programmista e regista Rai sede regionale del Friuli Venezia Giulia e Armando Traverso, direttore artistico di Rai Radio Kids.

Tutte le informazioni sul Festival, sui biglietti e sulle prenotazioni sono disponibili in Segreteria di Casa della Musica: tel. 040 307309, dal lunedì al venerdì dalle 15 alle 19, il giovedì anche dalle 10 alle 12 oppure scrivendo a info@scuoladimusica55.it

Commenti (0)
Comment