Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Inaugurazione ad Aiello del Friuli

Attualità
13 novembre 2018

Palmanova Outlet Village dona area giochi all'asilo

di redazione (fonte Palmanova Outlet Village)
Consegnata alla Fondazione Casa De Senibus a Joannis per i piccoli ospiti della scuola dell’infanzia paritaria con asilo nido integrato
CONDIVIDI
27411
Da destra: Casagrande, Bignulin, Bellavite e Amoruso
Attualità
13 novembre 2018 di redazione (fonte Palmanova Outlet Village)

Il Palmanova Outlet Village ha donato un’area giochi a misura di bimbo alla Fondazione Casa De Senibus di Aiello del Friuli, ente che gestisce, nella frazione di Joannis, l’omonima scuola dell’infanzia paritaria con asilo nido integrato.

La cerimonia d’inaugurazione si è svolta questa mattina, nel giardino della Fondazione Casa De Senibus, nata nel 1955 dal legato testamentario di Marianna De Senibus la quale, ultima rappresentante dell’omonima famiglia, lasciò tutto il suo patrimonio alla comunità di Joannis affinché fosse costituito un asilo d’infanzia, che ancora oggi ha sede nella villa in cui risiedeva la famiglia. La Fondazione, nata come istituzione di pubblica assistenza e beneficenza, è dal 2005 una fondazione di diritto privato riconosciuta con decreto del Presidente della Regione. Nel 2001, inoltre, la scuola dell’infanzia ha ottenuto la parificazione rispetto alle scuole statali e dal 2002 è iscritta alla Federazione italiana delle scuole materne di Udine. Da settembre 2014 è attivo anche l’asilo nido integrato.

Il Palmanova Outlet Village, che ha realizzato una nuova area giochi nel mese di luglio 2017, ha donato la precedente ai bimbi che frequentano l’istituto. In occasione della cerimonia è stata anche scoperta una targa, che riporta la scritta “Area Giochi donata dal Palmanova Outlet Village – anno 2018”. «Il Village – spiega il direttore, Domenico Casagrande – ha voluto essere vicino al territorio e alla comunità di Aiello anche attraverso il dono della nostra ex area giochi ai bambini che frequentano l’istituto. Abbiamo scelto la Fondazione Casa De Senibus perché è un’istituzione radicata nella comunità di Aiello, essendo giunta al sessantatreesimo anno di attività. Gli asili del nostro territorio sono una risorsa importante e pertanto abbiamo deciso di sostenerli donando loro ciò di cui hanno più bisogno. È stato proprio il sindaco di Aiello a suggerirci la fondazione De Senibus per la donazione e di questo lo ringraziamo».

All’inaugurazione, oltre alla direzione dell’outlet friulano, ai vertici della Fondazione Casa De Senibus e ai volontari, era presente anche il primo cittadino di Aiello, Andrea Bellavite, accompagnato dall’assessore Marianna Amoruso. «Una bella iniziativa da parte dell’outlet – le sue parole –. Questa libera consegna alla Fondazione De Senibus dell’area giochi sicuramente contribuirà ad arricchire l’offerta formativa. L’iniziativa, ci tengo a sottolinearlo, è totalmente promossa dal Palmanova Outlet Village, una realtà che se da una parte esprime una visione del commercio lontana dal mio modo di pensare dall’altra, soprattutto con l’attuale direzione, dimostra una forte sensibilità e attenzione nei confronti del territorio».

Soddisfatto il presidente della Fondazione De Senibus, Giorgio Bignulin. «Desideriamo ringraziare – il suo commento – la proprietà del Palmanova Outlet Village per la donazione di questa importante area giochi, che rappresenterà l'attrazione principale del parco della nostra scuola. Quest'inaugurazione è stata organizzata proprio in concomitanza con la ricorrenza della “Giornata del Ringraziamento”, celebrata a Joannis, che trae origine dalla tradizione agricola del paese. In tale contesto, il nostro augurio è che questo gesto del Palmanova Outlet Village possa essere un esempio anche per altre importanti attività produttive, commerciali o industriali. L’auspicio è che possano allo stesso modo sostenere altre realtà del territorio».

Commenti (0)
Comment