Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Anteprima di "Dieç"

Cultura e Spettacolo
16 aprile 2019

Il miracolo di Illegio arriva sul grande schermo

di redazione (fonte Cinemazero)
Il regista Thomas Turolo a Udine e Pordenone per presentare il documentario sulle mostre che hanno reso famoso il piccolo borgo friulano
CONDIVIDI
29315
Il backstage delle riprese
Cultura e Spettacolo
16 aprile 2019 di redazione (fonte Cinemazero)

Mercoledì 17 aprile il regista Thomas Turolo sarà ospite a Udine e a Pordenone (alle ore 20 al Visionario; alle ore 21 a Cinemazero) per presentare al pubblico friulano il suo ultimo documentario Dieç – Il miracolo di Illegio, la singolare storia di un piccolo borgo della Carnia che una volta l'anno apre le sue porte al mondo con una mostra di dipinti e sculture provenienti da tutta Europa.

Illegio – in lingua friulana Dieç – è un paese di 340 abitanti e “quarantasette galline”, come riporta una didascalia all’entrata del minuscolo borgo della Carnia, a cinque minuti da Tolmezzo. La strada termina in paese: a Illegio non si arriva di passaggio per altre mete.

E fino al 2004 non vi giungevano che pochi estimatori.

Poi, invece, oltre 400 mila persone hanno scoperto questo gioiello che unisce paesaggio, storia, tradizione, arte e fede, grazie alle mostre internazionali d’arte che la comunità propone annualmente. Alcune opere vengono temporaneamente prestate al piccolo paesino, che così attira a sé un’inusuale ondata di turisti e curiosi: dal 2004 a oggi, per quattordici edizioni, la Mostra Internazionale d’Arte di Illegio ha esposto circa mille opere, provenienti da quattrocentocinquanta musei diversi.

Commenti (0)
Comment