Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Nella sede di Palazzo Gopcevich

Cultura e Spettacolo
19 dicembre 2019

Trieste, nuovo look per lo Schmidl

di redazione (fonte Comune di Trieste)
Rinnovato l'allestimento espositivo del Civico Museo Teatrale: dai pannelli bilingue alla nuova grafica, ecco tutte le novità
CONDIVIDI
32083
Cultura e Spettacolo
19 dicembre 2019 di redazione (fonte Comune di Trieste)

Il Civico Museo Teatrale Carlo Schmidl di Trieste cambia d’abito e si rinnova completamente per proporsi in modo più accattivante ai visitatori e a un pubblico sempre più ampio a fronte di un’accresciuta presenza turistica in città.

Il nuovo allestimento espositivo del Museo, che ha sede a Palazzo Gopcevich, in via Rossini 4, è stato presentato stamane dall’assessore comunale alla Cultura Giorgio Rossi con la Direttrice del Servizio Musei e Biblioteche Laura Carlini Fanfogna e il Conservatore dello “Schmidl” Stefano Bianchi, assieme ai professionisti e alle ditte che hanno curato l’allestimento.

Realizzato con il contributo della Regione Friuli Venezia Giulia nell’ambito del progetto “Il museo per tutti: storia, arte e teatro”, il museo rinnovato accoglierà visitatori e turisti in occasione delle festività natalizie.

Il progetto di rinnovamento ha interessato tutti gli spazi del Museo (piano terra, primo piano, secondo piano) rispondendo all’esigenza di fornire ai visitatori un supporto didascalico alla visita completamente rinnovato, orientato all’intensificazione della funzione didattico-educativa, all’abbattimento delle barriere culturali e linguistiche alla fruizione delle collezioni, al potenziamento della segnaletica interna (anche relativa alla sicurezza) e alla valorizzazione e allo sviluppo dell’attrattività del Museo.

Queste le principali novità: l’apparato testuale di tutti gli spazi del Museo, completamente bilingue italiano/inglese, è stato oggetto di una profonda revisione che ha portato a una nuova stesura più snella e più agevole da leggere sia per i visitatori italiani sia per quelli stranieri; i nuovi pannelli e didascalie sono connotati da una grafica moderna e coordinata, pensata per garantire la massima leggibilità, oltre che per integrarsi con gli spazi espositivi, l’allestimento del Museo e le opere d’arte esposte; la rete wi-fi è stata attivata in tutte le sale espositive.

Sono inoltre in corso di stampa, e saranno disponili nelle prossime settimane, la nuova guida del museo in italiano e in inglese, che rispecchia il nuovo assetto didascalico-illustrativo del percorso espositivo, e i dépliant del Museo in tedesco, in sloveno e in croato, che vengono ad affiancarsi a quelli già disponibili in italiano e in inglese.

Commenti (0)
Comment