Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Attraverso un videomessaggio

Attualità
23 marzo 2020

Gorizia, il vescovo ringrazia gli operatori sanitari

di Livio Nonis
"Siate portatori di speranza cristiana ai malati, alle persone più gravi, ai moribondi e a coloro che non possono essere avvicinati in questo momento dai cappellani"
CONDIVIDI
33333
L'arcivescovo di Gorizia, monsignor Carlo Roberto Maria Redaelli
Attualità
23 marzo 2020 di Livio Nonis Image

La vicinanza della Chiesa di Gorizia con la preghiera, la stima e l’affetto a medici, infermieri ed a tutti gli operatori sanitari è stata espressa dall’arcivescovo di Gorizia, monsignor Carlo Roberto Maria Redaelli, in un videomessaggio pubblicato sui canali social della diocesi.

“Anche voi so che come tutti provate paura in questo momento – sottolinea il presule – perché siete preoccupati per voi, per le vostre famiglie, per i vostri cari; ma nonostante questo vi state impegnando davvero a favore dei malati, dei sofferenti, delle persone in grande difficoltà”.

Il messaggio si conclude con un appello di monsignor Redaelli a quanti fra gli operatori sanitari sono credenti affinchè possano farsi “portatori con l’aiuto dello Spirito Santo di un segno di speranza cristiana ai malati, alle persone più gravi, ai moribondi e a coloro che non possono essere avvicinati in questo momento dai cappellani. Grazie anche per questo e che il Signore ci permetta presto di arrivare all’alba della Resurrezione”.

Commenti (0)
Comment