Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Nuovo utilizzo della tecnologia blockchain

Società
31 marzo 2020

Rete friulano-svizzera per la tutela del copyright nei social

di redazione (fonte LKS Foundation)
Prima applicazione di un token per la protezione del diritto d'autore. Al via il crowdfunding per il finanziamento del progetto
CONDIVIDI
33442
Federico Olivo, presidente e Founder di LKS Foundation
Società
31 marzo 2020 di redazione (fonte LKS Foundation)

Risolvere universalmente il problema della protezione del diritto d'autore online, attraverso l'applicazione di un token: è il cuore dell'iniziativa, prima in Italia, partita oggi, con una campagna di crowdfunding da 1 milione di euro e che vede in campo un network di imprese del Friuli Venezia Giulia tra Pordenone e Udine (LKS Foundation, Cam.TV, Bcademy) e la svizzera Eidoo, specializzate nella emergente tecnologia blockchain.

Avviato dalla capofila LKS Foundation, fondazione di diritto italiano, il progetto ha preso ufficialmente il via con l'apertura di una campagna di crowdfunding sulla piattaforma Eidoo Crowd che durerà fino al 27 maggio.

I fondi raccolti serviranno a finanziare l'iniziativa di LKS Foundation, sviluppatrice della criptovaluta LKSCOIN, strumento che, nell'evoluzione finanziata dal crowdfunding, tutelerà per conto degli autori il copyright dei contenuti. La criptovaluta è stata testata per oltre un anno all'interno del social network Cam.TV, dove giornalmente avvengono in media 34.000 transazioni proprio in valuta LKSCOIN.

Federico Olivo, presidente e Founder di LKS Foundation, spiega il progetto pubblicato su www.lkschain.io: «Nel mondo odierno assumono sempre più importanza i social media, in cui vengono condivisi storie, video, foto, post e divulgate informazioni utili. Ma oggi non esiste alcun modo per tenere traccia della proprietà intellettuale dell'utente per i contenuti prodotti». Per invertire questa rotta, LKS Foundation e i suoi partner hanno utilizzato la tecnologia blockchain ideando uno strumento applicabile a tutti i social network esistenti o futuri, così come ad altri contesti digitali.

«LKS Foundation – chiosa Olivo – vuole plasmare un futuro in cui nessuno debba preoccuparsi dei "termini d'uso" delle piattaforme, poiché tutti i contenuti saranno protetti a prescindere, mentre gli autori originali verranno ricompensati per le loro creazioni».

Nello specifico la campagna di crowdfunding di LKS Foundation si pone tre obiettivi, tra loro interconnessi e che insieme mirano a una rivoluzione nella protezione della proprietà intellettuale: creare token non fungibili, denominati NFT (dall'inglese "non-fungible token"), ovvero gli strumenti che tramite tecnologia blockchain consentono di tracciare l'origine dei contenuti digitali, memorizzandone la paternità in modo sicuro e indelebile; fondare un Campus dedicato allo sviluppo di innovazione tecnologica e sociale; promuovere l'integrazione di LKSCOIN nelle altre piattaforme social, per combattere in maniera estesa il problema della mancata tutela del copyright.

Commenti (0)
Comment