Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Pronti per venerdì

Attualità
06 aprile 2020

Monfalcone, nuovi moduli per l'ospedale

di Livio Nonis
Grazie alla solidarietà del territorio, iniziati i lavori per la nuova struttura che amplierà il pronto soccorso del San Polo per fronteggiare l'emergenza Coronavirus
CONDIVIDI
33511
Attualità
06 aprile 2020 di Livio Nonis Image

Una struttura modulare in supporto al pronto soccorso dell'ospedale di Monfalcone. Una necessità che diventa realtà grazie a una gara di solidarietà senza precedenti: attraverso una sottoscrizione pubblica, infatti, sono stati raccolti in 24 ore i 60.000 euro necessari per finanziare l’opera. Amministrazioni comunali, aziende private, associazioni e semplici cittadini hanno contribuito a raggiungere la cifra consentendo così l’acquisto di 8 moduli (che da informazioni ricevute saranno adibiti per il reparto di infettivologia, probabilmente per pazienti Covid-19), che comprendono un blocco per il triage, uno per i servizi e sei camere singole.

Il triage sarà direttamente e parzialmente posizionato all'interno dell'arrivo delle ambulanze, in modo che il paziente non esca mai dalla struttura coperta.

Sarà la ditta Italspurghi di Trieste a istallare i moduli della ditta Containex, già preallestiti con riscaldamento e aria condizionata. Mentre gli impianti saranno forniti dalla ditta Siram, già accreditata presso l'Azienda Sanitaria; la Protezione Civile, con il suo responsabile Andrea Olivetti, coordinerà tutto l'allestimento.

Sarà un lavoro impegnativo, iniziato questa mattina e che dovrebbe concludersi giovedì sera: venerdì ci sarà il taglio del nastro e l'inaugurazione ufficiale.

La seconda fase dell’operazione, che si spera parta a breve, sarà quella di arredare tutti i moduli con letti, attrezzature varie e strumenti informatici, per renderli funzionali e pronti per essere utilizzati dallo staff medico.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Passata questa emergenza il tutto rimarrà nel complesso ospedaliero monfalconese, che in futuro potrà contare su questa struttura moderna e funzionante destinata ad ampliare l'offerta dell'Ospedale San Polo.

Commenti (0)
Comment