Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Il 7 aprile celebrazione mondiale in streaming

Attualità
07 aprile 2020

I Testimoni di Geova commemorano la morte di Cristo

di Livio Nonis
Con la partecipazione di numerosi fedeli anche della Bassa friulana e dell'intera regione
CONDIVIDI
33517
Sala del Regno dei Testimoni di Geova a Terzo d'Aquileia
Attualità
07 aprile 2020 di Livio Nonis Image

Martedì 7 aprile, a motivo delle restrizioni dovute all'emergenza coronavirus, per la prima volta chiunque potrà assistere alla Commemorazione della morte di Cristo, sul sito www.jw.org. In tutto il mondo ci saranno oltre 21 milioni di presenti.

Anche i Testimoni di Geova di Terzo di Aquileia e degli altri paesi della bassa friulana hanno invitato centinaia di persone, parenti, conoscenti e amici, a seguire una speciale conferenza via Internet, per commemorare la morte di Gesù, l'evento per loro più importante dell'anno.

Ciascuno lo farà da casa propria in streaming, a motivo della pandemia in corso e nel rispetto delle disposizioni governative. Le centinaia di persone interessate all'evento si uniranno alle comunità dei Testimoni di Geova presenti sul territorio o si collegheranno al sito ufficiale della confessione, jw.org. Prevista una risposta molto elevata, sia nella nostra regione che nel resto d'Italia, con una presenza di oltre mezzo milione di ascoltatori.

La notte prima di morire Gesù comandò ai suoi seguaci di commemorare la sua morte dicendo: "Fate questo in memoria di me" (Luca 22:19. CEI). È per ubbidire a questo comando che, secondo l'usanza dei primi cristiani, i Testimoni di Geova si radunano per celebrare la Commemorazione una volta all'anno nella data corrispondente al giorno in cui Gesù morì: il 14 nisan del calendario ebraico in uso nel I secolo (che quest'anno corrisponde al 7 aprile, dopo il tramonto).

Le riflessioni presentate nel discorso celebrativo risulteranno accessibili a tutti, anche a chi non professa la religione dei Testimoni di Geova. Lo sfondo integratore della conferenza, infatti, è il conforto che deriva dal sapere che il secondo ritorno di Cristo, come profetizzato nei Vangeli, è prossimo e, con esso, la restaurazione del paradiso sulla terra e la fine di ogni sofferenza e malattia (Apocalisse 21:3,4).

Commenti (0)
Comment