Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Previste altre due settimane di quarantena

Attualità
20 aprile 2020

Ronchi, l'assessore Benvenuto ancora positivo al Covid-19

 di Livio Nonis
Stessa sorte anche per il figlio secondogenito: "Non ci demoralizziamo e confidiamo che tutto passi presto"
CONDIVIDI
L'assessore Mauro Benvenuto
Attualità
20 aprile 2020 di 
Livio Nonis

Il nuovo tampone è stato una doccia gelata per Mauro Benvenuto.

L'assessore alla cultura del Comune di Ronchi dei Legionari, infatti, dopo due settimane di quarantena in seguito alla positività al Covid-19, attendeva l'ufficialità della propria guarigione. Invece il tampone effettuato sabato ha dato nuovamente esito positivo, obbligandolo a protrarre la quarantena in casa per altre due settimane.

Stessa sorte toccata anche al figlio secondogenito, risultato anch'egli positivo al Covid-19. "Per fortuna - dichiara Benvenuto - ora stiamo bene. Mio figlio aveva avuto dei sintomi pochi giorni dopo che mi era stata diagnosticata la positività, anche per questo avevamo subito tenuto accorgimenti precauzionali in casa, tenendolo isolato nella sua stanza. Purtroppo ancora oggi risultiamo entrambi positivi, per cui dovremo restare altri 14 giorni in isolamento prima di rifare il tampone. Nel frattempo restiamo ottimisti, perché sappiamo che questa situazione presto passerà".

 

Il nuovo tampone è stato una doccia gelata per Mauro Benvenuto.

L'assessore alla cultura del Comune di Ronchi dei Legionari, infatti, dopo due settimane di quarantena in seguito alla positività al Covid-19, attendeva l'ufficialità della propria guarigione. Invece il tampone effettuato sabato ha dato nuovamente esito positivo, obbligandolo a protrarre la quarantena in casa per altre due settimane.

Stessa sorte toccata anche al figlio secondogenito, risultato anch'egli positivo al Covid-19. "Per fortuna - dichiara Benvenuto - ora stiamo bene. Mio figlio aveva avuto dei sintomi pochi giorni dopo che mi era stata diagnosticata la positività, anche per questo avevamo subito tenuto accorgimenti precauzionali in casa, tenendolo isolato nella sua stanza. Purtroppo ancora oggi risultiamo entrambi positivi, per cui dovremo restare altri 14 giorni in isolamento prima di rifare il tampone. Nel frattempo restiamo ottimisti, perché sappiamo che questa situazione presto passerà".

 

Commenti (0)