Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Nuovo disegno di legge

Attualità
08 maggio 2020

Contrasto alla solitudine, in FVG niente distinzione d'età

di redazione (fonte Regione FVG)
Provvedimento per adottare molteplici strategie per contrastarla: il numero di persone che ne soffre sta aumentando
CONDIVIDI
33991
(ph. José Antonio Alba da Pixabay)
Attualità
08 maggio 2020 di redazione (fonte Regione FVG)

È stato approvato, oggi, in via definitiva dalla Giunta del Friuli Venezia Giulia, dopo l'intesa del Consiglio delle autonomie locali a febbraio, il disegno di legge sul contrasto alla solitudine che modifica e integra una norma già esistente, quella sull'invecchiamento attivo.

Il provvedimento, presentato dal vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi, affronta la tematica estendendola a tutte le fasce d'età, adottando molteplici strategie per contrastare la solitudine e proponendo un approccio multidisciplinare e integrato con enti, istituzioni, Terzo settore e portatori di interesse.

"La decisione di intervenire allargando il ventaglio degli interventi della attuale normativa - ha precisato Riccardi - nasce dalla constatazione che la solitudine permea il nostro tempo come mai è accaduto nel passato e i rilievi statistici dimostrano che il numero di persone che ne soffre sta aumentando. La legge in vigore, con le modifiche e le integrazioni proposte, permetterà di ottenere un testo unico e maggior flessibilità nell'attuazione degli interventi su un fenomeno che non riguarda solo una parte della società, quella più anziana, ma coinvolge anche l'adolescenza".

Il ddl sottolinea l'importanza del lavoro di rete, elemento fondamentale per affrontare il problema nel territorio e amplia gli ambienti (scolastici e di lavoro) nei quali effettuare i monitoraggi e proporre iniziative per arginare il fenomeno. Vengono allargate anche le modalità di azione che ricomprendono le tecnologie informatiche e la socialità virtuale, ambiti in cui sempre più spesso si rifugiano giovani e adulti.

Commenti (0)
Comment