Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Presa di posizione di UGL Autoferrotranvieri

Attualità
15 maggio 2020

Trieste, richiesti più bus in circolazione

a cura della redazione
“Aumentato l’afflusso di passeggeri, auspicabile la riattivazione del servizio pre-covid per garantire il distanziamento sociale”
CONDIVIDI
34078
(ph. pixabay.com)
Attualità
15 maggio 2020 della redazione

La Segreteria provinciale UGL Autoferrotranvieri di Trieste prende posizione per richiedere la riattivazione del servizio a pieno regime.

“Attualmente – segnala in una nota diffusa alla stampa – il servizio è ridotto del 30%, con linee cittadine che viaggiano con orario festivo con frequenze che variano dai 20 ai 40 minuti (come il caso delle linee 10, 11, 22, 33, 37 e 48), l’indicazione della percentuale del 50% della capienza massima del mezzo come limite trasportabile è sovrastimata. Per le caratteristiche strutturali dei bus urbani raggiungere tale soglia significa avere l’autobus affollato in contrasto con le prescrizioni sanitarie; non sarebbe garantito il distanziamento sociale funzionale a contrastare la diffusione del virus”.

Da qui la richiesta di ripristinare i vecchi orari: “C’è già stato in questi giorni – prosegue la nota stampa – un aumento dell’afflusso di passeggeri, è auspicabile quindi la riattivazione del servizio pre-covid per garantire più vetture in strada e una miglior distribuzione numerica (confacente con prescrizioni sanitarie e prudenza) dell’utenza sulle linee. L’esigenza cogente è di avere più mezzi a disposizione e non conducenti a casa in cassa integrazione ponendo come prioritaria l’attenuazione dei contagi per l’interesse generale della comunità”.

Commenti (0)
Comment