Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Iniziativa "Job in country"

Società
27 maggio 2020

Ricominciare a lavorare... dalla terra

a cura della redazione
In Friuli Venezia Giulia attiva una piattaforma telematica di intermediazione tra domanda e offerta di lavoro aperta a raccoglitori, braccianti agricoli, operai agricoli specializzati e agronomi
CONDIVIDI
34256
(ph. Wolfgang Borchers da Pixabay)
Società
27 maggio 2020 della redazione

Anche in Friuli Venezia Giulia sta dando i primi frutti l’iniziativa Job in country, una piattaforma telematica di intermediazione tra domanda e offerta di lavoro della Confederazione Nazionale Coldiretti che offre a imprese del mondo agricolo e lavoratori uno strumento e un luogo di incontro.

Job in country si pone l'obiettivo di far incontrare, nei singoli territori, i bisogni delle aziende in cerca di manodopera con quelli dei cittadini che aspirino a nuove opportunità di inserimento lavorativo, in un quadro di trasparenza e legalità. 

Questo progetto ha come obiettivi principali quelli di preservare l'approvvigionamento alimentare e soddisfare la richiesta dei consumatori; dare lavoro a chi ha subito gli effetti della crisi; evitare l'aumento dei prezzi. 

L'attività è svolta direttamente per singole province e ognuno può iscriversi all'ambito di appartenenza. In regione gli ambiti sono Udine, Pordenone e Trieste-Gorizia insieme. 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Risultano già più di 200 iscrizioni tra aziende agricole che necessitano di manodopera per raccoglitoribraccianti agricoliaddetti alla manutenzione del verdeallevatorioperai agricoli specializzati e agronomi. Sul sito è possibile trovare inoltre indicazioni più specifiche sulle modalità di lavoro, sulla retribuzione o sull'esperienza richiesta.   

Si parla di contratti regolari a termine che sono già partiti. Possono accedervi disoccupati, ma anche sottooccupati e coloro che sono cassaintegrati (come accumulo a reddito).

Commenti (0)
Comment