Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Giovedì la cerimonia di consegna

Attualità
01 giugno 2020

Monfalcone, nuovi strumenti per l'Ospedale San Polo

di Livio Nonis
L'associazione Settembre inVita donerà due dispositivi per il monitoraggio dei pazienti, oltre a materiale di protezione individuale
CONDIVIDI
34318
Il dispositivo Surveyor Central
Attualità
01 giugno 2020 di Livio Nonis Image

Per l’associazione ‘Settembre inVITA 2020’ composta prevalentemente da personale in servizio e in quiescenza dell’Arma dei Carabinieri del Comando provinciale di Gorizia, questo è il nono anno di attività.

Giovedì 4 giugno alle ore 10.30 a Monfalcone presso l'Auditorium ‘San Polo’ del Presidio Ospedaliero di Gorizia – Monfalcone, ci sarà la consegna di strumentazioni e materiali di protezione individuale frutto di raccolte benefiche e di volontariato.

In questa occasione questa “benemerita” associazione ha pensato di donare sofisticate strumentazioni per il monitoraggio dei pazienti, che saranno destinate al reparto di Pronto soccorso del nosocomio monfalconese: il dispositivo Surveyor Central (centrale per il monitoraggio multiparametrico a distanza del paziente e telemetria) e il ricetrasmettitore Ecg digitale Suveryor S4 Mobile Monitor.

Queste apparecchiature sono caratterizzate dalla possibilità di monitorare i parametri a distanza (opzione assolutamente preziosa in epoca di Covid-19) senza che gli operatori sanitari siano a diretto contatto con il paziente. La strumentazione in questione comprende oltre all’apparecchiatura centrale anche due kit completi per il monitoraggio contemporaneo di altrettanti pazienti.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nella stessa occasione verrà consegnato anche del materiale di protezione individuale, 3.200 tra mascherine FFP2 e chirurgiche, 1.000 per il gruppo comunale di Monfalcone, mentre due termometri laser digitali per la misurazione della temperatura a distanza sono stati consegnati al comitato della Croce Rossa Italiana (Cri) di Monfalcone.

Un progetto impegnativo che è stato possibile portare a termine grazie ai quasi 26.407 euro frutto delle donazioni raccolte tramite l’Associazione Nazionale Carabinieri – Sezione di Monfalcone, a cui hanno generosamente contribuito anche la locale comunità bengalese, il comitato “Amici di Federico”, svariate società iscritte alla Consulta dello Sport del Comune di Monfalcone,  l’I.P.A. (International Police Association) di Monfalcone, e il Running Club 2 Monfalcone (abituale compagno di strada di Settembre inVITA) che ha fornito anche un rilevate quantitativo di gel disinfettante per le mani destinato alla CRI comitato di Monfalcone.

Commenti (0)
Comment