Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Saranno coordinate da PromoTurismo

Cultura e Spettacolo
03 luglio 2020

Eventi dal vivo, scelte 12 aree covid free in FVG

a cura della redazione
Stanziati 500 mila euro per garantire le disposizioni di sicurezza e il rispetto dei protocolli sanitari
CONDIVIDI
34782
L'assessore Sergio Emidio Bini (ph. Regione FVG)
Cultura e Spettacolo
03 luglio 2020 della redazione

Sono dodici le aree Covid-free nelle quali la Regione sosterrà l'allestimento di eventi e spettacoli da vivo nel rispetto delle disposizioni di sicurezza previste dagli attuali protocolli sanitari. Oltre alle città di Trieste, Udine, Pordenone e Gorizia, si interverrà anche ad Aquileia, Codroipo, Grado, Lignano Sabbiadoro, Majano, Monfalcone, Palmanova e Tarvisio.

Lo ha comunicato l'assessore regionale alle Attività produttive e turismo Sergio Emidio Bini a margine dell'approvazione in Giunta della delibera che individua criteri e requisiti necessari a garantire lo svolgimento in sicurezza delle iniziative e affida a PromoturismoFVG le risorse necessarie ad attuare gli interventi proposti.

"A pochi giorni dall'approvazione della legge regionale a sostegno del settore - ha spiegato - ci siamo attivati per affiancare gli operatori in questa delicata fase della ripartenza e non perdere le opportunità legate all'attuale stagione estiva. Per questa ragione abbiamo ritenuto che la soluzione più rapida fosse quella di affidare lo stanziamento di 500 mila euro previsto dalle norme a PromoTurismoFVG, soggetto che si correlerà con le amministrazioni comunali per individuare le migliori forme di intervento finalizzate a realizzare gli spazi all'aperto Covid-free".

La delibera di Giunta fornisce indicazioni anche sull'attuazione delle aree Covid-free che dovranno essere realizzate con posti a sedere preassegnati e distanziati, ospitare un numero massimo di mille spettatori e scongiurare il rischio di assembramenti sia negli spazi aperti che in quelli chiusi. Il distanziamento interpersonale dovrà essere mantenuto anche tra gli artisti, mentre i lavoratori che operano in spazi condivisi o a contatto con il pubblico dovranno utilizzare i dispositivi di protezione individuale.

Contemplata la pulizia e l'igienizzazione periodica di ambienti e servizi. Ulteriori disposizioni raccomandano l'utilizzo di sistemi per l'igienizzazione delle mani e suggeriscono la vendita di biglietti per via telematica anche per evitare assembramenti e garantire le distanze fisiche previste dalle norme.

Commenti (0)
Comment