Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Incontro tra proprietà e Comune

Attualità
16 luglio 2020

Ruda, comunità socio-educativa per minori nell'ex Amideria Chiozza

 a cura della redazione
Recupero dell’ex casa del direttore. Il sindaco Lenarduzzi: “Lavoriamo per riqualificare il complesso, ora in stato di degrado”
CONDIVIDI
L'ex casa del direttore dell'Amideria Chiozza
Attualità
16 luglio 2020 della 
redazione

Si concretizza la rinascita di un'altra parte dell’ex Amideria Chiozza di RudaL’ex casa del direttore in via Luigi Chiozza 3 a Perteole, da anni abbandonata e lasciata al degrado dopo essere stata per lungo tempo utilizzata come centro direzionale, potrà ritrovare una sua nuova destinazione.

Di qualche giorno fa l’incontro tra il sindaco di Ruda e il nuovo proprietario dello stabile, Michele Zuttioni. Da quest’ultimo l'idea per la ristrutturazione e riqualificazione dell’immobile come sede di una comunità socio-educativa per minori. Dopo che il progetto avrà ricevuto le relative autorizzazioni sanitarie e amministrative, potrà ospitare al suo interno circa 25 minorenni che hanno subito situazioni di sofferenza o abbandono.

“Il progetto di riqualificazione dello stabile è di sicuro interesse. La proprietà valuta ogni questione legale, sanitaria, sociale, di salute pubblica e amministrativa. Negli anni questa amministrazione sta, pezzo dopo pezzo, lavorando intensamente per recuperare un bene prezioso come l’ex Amideria, ripensandone le funzioni e gli ampi spazi a disposizione. Un complesso che, oltre all’indubbio valore storico, ora può svolgere anche un prezioso ruolo sociale”, commenta il sindaco di Ruda Franco Lenarduzzi.

E aggiunge Michele Zuttioni: “L’idea prevede di realizzare una comunità protetta, dove i minori saranno seguiti h24 da educatori qualificati. Di strutture come questa ce ne sono altre sette in regione e, oltre a non aver mai causato alcun disagio alla popolazione, hanno permesso di aiutare moltissimi ragazzi che arrivano da situazioni di disagio socio-familiare per i quali viene disposto dai Servizi Sociali o dal Tribunale un percorso di reinserimento sociale. Assieme alla Cooperativa Hanna House, già esperta nel settore sociale, siamo pronti ad aiutare minori vulnerabili, per evitare che questi diventino, crescendo, un problema più grande per l’intera società”.

Si concretizza la rinascita di un'altra parte dell’ex Amideria Chiozza di RudaL’ex casa del direttore in via Luigi Chiozza 3 a Perteole, da anni abbandonata e lasciata al degrado dopo essere stata per lungo tempo utilizzata come centro direzionale, potrà ritrovare una sua nuova destinazione.

Di qualche giorno fa l’incontro tra il sindaco di Ruda e il nuovo proprietario dello stabile, Michele Zuttioni. Da quest’ultimo l'idea per la ristrutturazione e riqualificazione dell’immobile come sede di una comunità socio-educativa per minori. Dopo che il progetto avrà ricevuto le relative autorizzazioni sanitarie e amministrative, potrà ospitare al suo interno circa 25 minorenni che hanno subito situazioni di sofferenza o abbandono.

“Il progetto di riqualificazione dello stabile è di sicuro interesse. La proprietà valuta ogni questione legale, sanitaria, sociale, di salute pubblica e amministrativa. Negli anni questa amministrazione sta, pezzo dopo pezzo, lavorando intensamente per recuperare un bene prezioso come l’ex Amideria, ripensandone le funzioni e gli ampi spazi a disposizione. Un complesso che, oltre all’indubbio valore storico, ora può svolgere anche un prezioso ruolo sociale”, commenta il sindaco di Ruda Franco Lenarduzzi.

E aggiunge Michele Zuttioni: “L’idea prevede di realizzare una comunità protetta, dove i minori saranno seguiti h24 da educatori qualificati. Di strutture come questa ce ne sono altre sette in regione e, oltre a non aver mai causato alcun disagio alla popolazione, hanno permesso di aiutare moltissimi ragazzi che arrivano da situazioni di disagio socio-familiare per i quali viene disposto dai Servizi Sociali o dal Tribunale un percorso di reinserimento sociale. Assieme alla Cooperativa Hanna House, già esperta nel settore sociale, siamo pronti ad aiutare minori vulnerabili, per evitare che questi diventino, crescendo, un problema più grande per l’intera società”.

Commenti (0)