Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Appuntamento al 2021

Cultura e Spettacolo
04 agosto 2020

Gorizia, rinviato il Festival Mondiale del Folklore

a cura della redazione
L'emergenza Covid nel mondo ha spinto gli organizzatori a far slittare la cinquantesima edizione dell'evento
CONDIVIDI
35390
Il Tripode acceso nella passata edizione (ph. Sergio Marini)
Cultura e Spettacolo
04 agosto 2020 della redazione

Rinviata al 2021 la cinquantesima edizione del Festival Mondiale del Folklore. “Anche se la situazione in Italia pare, per fortuna, migliorata, le notizie che giungono da altre parti del mondo, ad esempio Sud America, Asia e parte dell'Europa stessa, non sono ancora tali da permettere la realizzazione di manifestazioni come i festival folklorici. La situazione mondiale è ancora molto seria e la pandemia, purtroppo, non è stata ancora debellata”. Queste le prime parole di Stefano Minniti, presidente dell'Associazione Culturale Etnos dal 2015 alla guida del Festival Mondiale del Folklore di Gorizia.

“Il nostro festival – continua Minniti – è una manifestazione a carattere internazionale. Ogni anno portiamo a Gorizia artisti, studiosi, ragazzi e ragazze provenienti dai 5 continenti per offrire alla città una finestra sulle arti e tradizioni folkloriche di tanti paesi diversi. Ragione per la quale le disposizioni nazionali dei circuiti folklorici rimandano le realizzazioni al prossimo anno”.

L'associazione Etnos ringrazia tutti per il costante supporto e resta certa che nel 2021 sarà possibile realizzare la 50esima edizione del festival, con lo stesso entusiasmo e forza di volontà. Nel frattempo, per compensare la mancanza “fisica” del Festival, gli amici e gli appassionati del folklore potranno seguire la pagina social del Festival Facebook/Etnos Gorizia – festival mondiale del Folklore dove, per tutto il mese di agosto, potranno ammirare ritagli del dietro le quinte degli ultimi anni. Foto e video di momenti che, solitamente, non si vedono e che rispecchiano l'impegno, la fatica e il divertimento del numeroso gruppo Etnos.

“Inoltre - conclude Minniti - stiamo lavorando a un’importante iniziativa che raccoglie i 50 anni di Festival a Gorizia. Il nostro archivio comprende foto, documenti e testi che raccontano il folklore del mondo che la nostra città ospita da mezzo secolo. La nostra volontà è quella di rendere fruibile a tutti, grazie al web, l'intero materiale. Un progetto che ha coinvolto diverse realtà locali del settore informatico e di comunicazione e presto lo presenteremo in tutti i suoi particolari”.

Commenti (0)
Comment