Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Torna l'Alpe Adria Puppet Festival

Cultura e Spettacolo
06 agosto 2020

Il teatro di figura si riprende Grado e Gorizia

a cura della redazione
Oltre 120 spettacoli animeranno l'evento che raggiungerà anche Nova Gorica. Con uno sguardo speciale rivolto alle famiglie
CONDIVIDI
35414
La spettacolo Puntindelfarobellavistasulmar
Cultura e Spettacolo
06 agosto 2020 della redazione

Torna l’Alpe Adria Puppet Festival, appuntamento dedicato ai bambini e agli appassionati di teatro di figura, organizzato dal CTA - Centro Teatro Animazione e Figure di Gorizia.

Dal 25 al 30 agosto si svolgerà fra Grado, Gorizia e Nova Gorica: una proposta di oltre 120 spettacoli di teatro d’oggetti da tavolo animerà vie, giardini e piazzette con l’intento dichiarato di far partecipare il pubblico delle famiglie, dei bambini e degli adulti a un gioco divertente di coinvolgimento collettivo.

“Un’edizione particolare per un momento eccezionale - sottolinea il direttore artistico, Roberto Piaggio - un festival che quest’anno vuole essere essenzialmente una grande festa, un’occasione di rinascita. Puntando su momenti di socialità e di condivisione, necessariamente pensati nel rispetto delle attuali regole, vorremmo far scrollare di dosso quel senso di sospensione emozionale che ha colpito un po’ tutti, sia adulti che bambini, negli ultimi mesi. E il teatro, in queste situazioni, può fare molto ed essere un momento di incontro fra le persone che ritornano ad essere comunità e costituire allo stesso tempo un’opportunità per  riflettere ed elaborare assieme la condizione inaspettata, e per certi versi inquietante, che si è vissuta a livello globale, con gli strascichi che ancora si stanno protraendo”.

Punto forte di questa 29^ edizione sarà una giostra di oltre 120 spettacoli pronta a volteggiare da un posto all’altro, senza soluzione di continuità, nella pittoresca cornice di Grado e del suo centro storico, passando poi per Gorizia e Nova Gorica dove diverrà transfrontaliera e andrà a toccare una tappa simbolo della multiculturalità, la Piazza Transalpina. Due le nuove produzioni CTA: C’era una volta un bambino, scritto e diretto da Luisa Vermiglio, che ripropone in chiave fiabesca la storia del celebre scenografo Lele Luzzati, e Il bacio di una mortatratto dall’omonimo romanzo di Carolina Invernizio, su rivisitazione e regia di Alfonso Cipolla, con l’attrice Paola Roman, Oliviero Pari, pianoforte e canto, e le immagini in proiezione di Francesco Tullio Altan. Di Gigio Brunello e la regia di Guyla Molnar è invece la nuova co-produzione CTA - Compagnia Alberto De Bastiani Puntindelfarobellavistasulmar.

Commenti (0)
Comment