Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Grazie a "I nostri Angeli"

Cultura e Spettacolo
19 ottobre 2020

Trieste porta i reportage del mondo al grande pubblico

a cura della redazione
Sabato la trasmissione sulla RAI dedicata al Premio giornalistico internazionale "Marco Luchetta"
CONDIVIDI
36569
Da sinistra Botteri e D'Aquino
Cultura e Spettacolo
19 ottobre 2020 della redazione

L’appuntamento con la 17^ edizione de I Nostri Angeli è sabato 24 ottobre, in seconda serata su Rai1 con due giornaliste d’eccezione: Emma D’Aquino, volto noto dell’edizione principale del TG1, e Giovanna Botteri, corrispondente RAI da Pechino e Presidente della Giuria 2020 del Premio Luchetta. 

Insieme accompagneranno il pubblico in un viaggio che esplora l’attualità del nostro tempo, con i reportage internazionali che restituiscono testimonianze in presa diretta dalle trincee del mondo in cui è l’infanzia, soprattutto, a pagare il prezzo più alto.

Un viaggio che inizia a Trieste, la città di Marco Luchetta, Alessandro Ota, Dario D’Angelo,  i primi inviati RAI a perdere la vita in missione di lavoro a Mostar Est nel gennaio del 1994 per documentare la difficile condizione dei bambini vittime della guerra balcanica.  Solo due mesi dopo, un altro operatore triestino, Miran Hrovatin, assassinato in Somalia assieme alla giornalista Ilaria Alpi.

Lo sguardo di Giovanna Botteri ed Emma D’Aquino su “che mondo che fa” parte proprio dal cuore della città, Piazza Unità, il Molo Audace sino al Magazzino 26 nel Porto Vecchio della città e all’ex Arsenale del Lloyd austriaco.

In questi luoghi la storia della città si fonderà idealmente con le storie altrettanto intense del nostro tempo: le racconteranno Sara Giudice, vincitrice del Premio Luchetta TV News, con il servizio trasmesso da Piazza Pulita La7 sulle migliaia di minorenni che provano ad attraversare la rotta balcanica che proprio a Trieste trova il suo capolinea d’occidente; Adnan Sarwar di Channel 4 e il suo toccante reportage dal ghetto nero di Città del Capo, dove le prime vittime nella guerra fra gang sono proprio i bambini; il giornalista spagnolo Antonio Pampliega che ha testimoniato per il suo giornale, El Independiente, i soprusi sulle spose bambine in Afghanistan; dell’inviato di Avvenire Nello Scavo che ha ripercorso l’odissea del bimbo ivoriano Simba sopravvissuto ai campi di prigionia libici fino all’abbraccio in Italia con la sua mamma; del fotoreporter Andrea Frazzetta, con il reportage fotografico dalle coste inondate del Bangladesh, pubblicato sul New York Times.

Con Emma D’Aquino e Giovanna Botteri anche gli altri protagonisti del Premio Luchetta e di Link Festival del giornalismo 2020: Corrado Augias e Giovanni Minoli. E ci saranno Giulio Sapelli, vincitore del Premio Fieri, Andrea Vianello direttore di Rai News 24, Simona Sala alla guida del Gr Rai e di Radiouno, Corrado Formigli e Serena Bortone.

Insieme a loro Daniela Luchetta, presidente della Fondazione Luchetta Ota D’Angelo Hrovatin, che ha istituito il Premio per accendere i riflettori sulle realtà più drammatiche sollevando così il velo dell'indifferenza e contribuire alla sensibilizzazione e alla tutela dei bambini vittime di ogni forma di violenza, alla promozione della solidarietà tra i popoli e al rispetto delle diversità etniche e politiche. Principi sui quali si fonda anche il riconoscimento del Premio Speciale, quest’anno assegnato alla Senatrice Liliana Segre. 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

I Nostri Angeli è un programma scritto da Laura Piazzi e Mirko Nazzaro per la regia di Cristiano Strambi. Produttore esecutivo Monica Gallella, a cura di Pierpaola Di Sabatino.

Commenti (0)
Comment