Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Per tutto il mese di dicembre

Società
24 novembre 2020

Ruda, ristorante stellato offre pasti a chi ha bisogno

 di Livio Nonis
L'Osteria Altran garantirà un pasto completo ogni sabato e domenica a 50 cittadini segnalati dai Servizi sociali
CONDIVIDI
L'Osteria Altran di Ruda (ph. pagina Facebook)
Società
24 novembre 2020 di 
Livio Nonis

Un’iniziativa benefica che durerà per tutto dicembre, ogni sabato e domenica, fino a Natale: l’Osteria Altran di Ruda, una stella Michelin, preparerà 50 pasti caldi per altrettanti cittadini di Ruda, persone che hanno bisogno d’aiuto, già seguiti dai Servizi Sociali, in situazione di solitudine o momentanea difficoltà, così come emerso dal progetto di comunità ViviRuda.

Il proprietario del ristorante, Guido Lanzellotti, assieme al pluripremiato chef e al suo staff, si sono messi a disposizione per offrire un servizio alla comunità che da sempre li ospita. Partner dell’iniziativa anche fornitori e produttori locali che aiuteranno donando le materie prime.

“Un grande segnale di umanità, in questo periodo difficile per molti. Sentire un abbraccio della propria comunità, vedere imprenditori affermati che pensano anche a chi ha bisogni vitali è davvero commovente. Sarà un dicembre e un Natale in cui sarà fondamentale sentirsi uniti e vicini, sapere che Ruda è una comunità solidale, che sa aiutarsi e venire incontro a chi ha più difficoltà”, afferma il sindaco di Ruda, Franco Lenarduzzi.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’Osteria Altran di Ruda, riconfermata dalla guida Michelin come uno dei migliori di tutta la nostra regione, si è impegnata a realizzare cinquanta pasti completi ogni sabato e altrettanti ogni domenica, dal 28 novembre per tutto il mese di dicembre. Le pietanze verranno consegnate poi dai volontari della Protezione Civile comunale direttamente a domicilio.

“Questa consegna sarà anche un modo per visitare le singole persone, scambiare qualche parola, rispettando le dovute distanza di sicurezza, controllarne lo stato di salute fisica e psicologica oltre a lasciare un messaggio di vicinanza e aiuto da parte dell’intera comunità di Ruda”, aggiunge il primo cittadino.

A oggi sono circa 25 le persone seguite dai Servizi Sociali comunali che già ricevono ogni giorno un pasto caldo a casa, in collaborazione con una cooperativa in appalto dal Comune. Il pasto preparato dal Ristorante Altran si aggiungerà a quello già consegnato regolarmente.

Altre 25 persone potranno partecipare al nuovo progetto, selezionate tra le persone emerse dalla rete sociale di ricerca per contrastare la solitudine attivata con il progetto ViviRuda e realizzata dagli animatori di comunità della Società Cooperativa Sociale Co.S.Mo.

Commenti (0)