Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Realizzato dal Dipartimento di Scienze agroalimentari, ambientali e animali

Attualità
17 dicembre 2020

Udine, laboratorio all'avanguardia per la didattica a distanza

 a cura della redazione
Utilizzato per le discipline delle scienze naturali e scientifiche in genere, permette una immediata interattività con gli studenti
CONDIVIDI
Il nuovo laboratorio
Attualità
17 dicembre 2020 della 
redazione

Un laboratorio attrezzato in modo da garantire in modalità a distanza le attività sperimentali e laboratoriali dei corsi di laurea, realizzato sfruttando al massimo le tecniche di e-learning per la divulgazione di attività pratiche ed esercitazioni.

Lo ha messo a punto il Dipartimento di Scienze agroalimentari, ambientali e animali (DI4A) dell’Università di Udine, per far fronte alla necessità, dettata dalla pandemia, di svolgere in modalità a distanza anche le attività usualmente svolte in presenza. Il nuovo Laboratorio polifunzionale per la didattica a distanza Dad-LAB, questo il nome della struttura, permette di trasmettere in diretta o di registrare le attività da condividere con gli studenti in maniera interattiva. Essendo dotato di 16 posti a sedere, esso potrà ospitare, una volta ristabilite le condizioni di normalità, piccoli gruppi di studenti.

La strumentazione del Laboratorio permette di acquisire e proiettare immagini di preparati biologici e campioni di varia natura, e le immagini acquisite possono essere direttamente condivise con gli studenti. Una macchina fotografica, montata sullo stativo overhead, consente riprese ad altissima definizione delle attività da banco, permettendo ad esempio la ripresa di dettagli morfologici di piante e animali. La presenza di un monitor multitouch fa sì che il docente abbia una rapida interazione con gli studenti, consentendo di annotare ed evidenziare i dettagli importanti delle immagini proiettate. La condivisione in tempo reale, con strumenti come Teams, consente agli studenti una grande interattività.

«Questa configurazione – spiega Francesco Boscutti, ricercatore del DI4A che, assieme ai colleghi del gruppo di Biologia vegetale, ha coordinato la messa a punto del Laboratorio – può essere molto utile per realizzare, oltre a quelle di carattere più spiccatamente biologico, anche attività laboratoriali attinenti a discipline diverse, con visualizzazione di campioni e realizzazione di piccoli esperimenti. Il laboratorio permette di effettuare attività didattiche che prevedono l’elaborazione di immagini di qualsiasi tipo, da immagini di preparati di microscopia alle immagini satellitari, fornendo spunti anche per le discipline ecologiche e ambientali».

«Il Laboratorio – precisa il direttore del Di4a, Paolo Ceccon – è un luogo dedicato alla didattica a distanza laboratoriale delle discipline scientifiche. Fonde tecniche multimediali interattive per fornire strumenti di apprendimento a distanza che possano esplorare a diverse scale le varie discipline, da una visione micro a quella macro ecosistemica. Esso si presta inoltre alla progettazione e allo svolgimento di attività di divulgazione scientifica a distanza, rafforzando la vocazione alla terza missione che caratterizza l’Ateneo».

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La struttura è dotata di un grande schermo multitouch, una webcam ad alta definizione con microfono omnidirezionale e una fotocamera digitale professionale a ottiche intercambiabili. Il banco di lavoro è allestito con un microscopio ottico, uno stereo microscopio e uno stativo per la ripresa dall’alto delle attività da banco. Tutti i dispositivi sono messi in rete grazie alla presenza di una workstation con elevate capacità computazionali.

Commenti (0)