Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Meeting

Libri e Autori a Grado

In riva al mare in compagnia di grandi scrittori del panorama nazionale e non solo
(ph. pixabay.com)
Grado

Velarium GIT
02/07/21
18

Ancora due interessanti appuntamenti per chiudere la trentesima edizione di Libri e Autori a Grado. Giovedì 29 sarà la volta di Francesco Zambon con Il pesce piccolo. Storia di virus e segreti Feltrinelli editore, alle 18 al Velarium della spiaggia GIT.   E' da mesi nella classifica dei libri più venduti in Italia, il libro del  ricercatore dell'Organizzazione Mondiale della Sanità che ha denunciato e svelato i retroscena del piano pandemico italiano raccontando gli errori e le coperture che hanno fatto del nostro Paese il primo malato d'Europa. Francesco Zambon, veneziano, ricercatore dell'OMS Europa, contratto milionario,  incaricato di stillare un rapporto sulla gestione italiana della pandemia la definisce"  caotica, improvvisata e creativa" denunciando come il piano pandemico fosse fermo al 2006. Il suo rapporto, la cui conoscenza avrebbe potuto salvare la vita a migliaia di persone,  pronto per essere divulgato, viene ritirato dopo due soli giorni.  Molte teste sarebbero però saltate a partire dal Mnistero della Salute. Alla fine coerente con le sue idee,  l'unico a rimetterci è stato lui, Francesco Zambon con le  dimissioni dall'organizzazione: un uomo solo , un pesce piccolo in un mare di pescecani. A portare alla luce il caso la trasmissione di Report del dicembre 2020. Si legge come un thriller ma è  triste realtà. Ad intervistarlo Matteo Contessa.

Ultimo appuntamento per Libri e Autori a Grado venerdì 30 luglio alle 18 al Velarium della spiaggia Git Raul Lovisoni intervistato da Leonardo Tognon per la parte musicale ed Elena Commessatti per quella letteraria, porterà il suo libro L'uomo del fiume. I pensieri della foce  Piemme editore. Lovisoni, nella sua vita è stato molte cose: musicista e artista, Deputato della Repubblica, insegnante , ecologista puro ma " nulla e nessuno è riuscito a impedirmi di remare sul fiume in direzione ostinata e contraria" Diventato negli anni '70 amico di Battiato condividerà  con lui , Juri Camisasca e poi con Francesco Messina molti momenti musicali e di introspezione filosofica.Ma assieme alla filosofia ed all'esoterismo il filo conduttore della sua vita è sempre stata la musica , da quella ascoltata dal Jazz ai Beatles amati dal padre  pianista autodidatta a quella da lui composta che si puo anche ascoltare nel suo libro, inquadrando con il  cell. il QRCode che chiude molti capitoli. Ora dopo l'esperienza di un brutto tumore,superato, egli afferma la necessità di un nuovo Umanesimo: un ritorno a casa  sia percorrendo il suo fiume Ausa in Friuli, con una canoa che lentamente gli permette di risalire  con i ricordi alla sua infanzia ed alla sua intera vita che perdendosi tra i monti, per ritrovare la natura e se stessi.

Margherita Reguitti