Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Discovery

Risonanze

Tra le foreste della Valcanale, alla ricerca del talento e della bellezza
Malborghetto Valbruna

oggi e fino al 20/06

Boschi come sale da concerto, musica e bagni di gong, i grandi protagonisti della scena artistica e il turismo esperienziale. Scegliere un territorio ed entrare nel cuore di una valle per scoprire i segreti di un lembo di Italia di confine, dove tre culture si danno la mano.

Un festival che propone un’immersione nella tradizione secolare dell’abete di Risonanza, tra musica, liuteria e tutela del territorio. Dopo un momento così difficile per tutto il mondo, Alberto Busettini – direttore artistico – ci crede, e vede nel festival un momento di ripartenza per la Valcanale per la comunità e di rigenerazione psicofisica per tutti i partecipanti.

Dentro la pace dei boschi della Val Saisera, immerso nella foresta di Tarvisio, da secoli l’abete di risonanza rappresenta il corpo della musica. I suoi legni pregiati sono il cuore dei grandi pezzi di liuteria italiana. Dentro questo legno c’è la grandezza della natura ma anche l’unicità del talento e la passione di un artigianato che è proprio dell’Italian dna. Sospeso tra Austria e Slovenia, terra di frontiera e di passaggi culturali, Malborghetto - Valbruna diventa, per 4 quattro giorni, una piccola heimat dove fermare il tempo e dedicarsi al sé tra musica, sport, food e cultura.

Quest’anno il Festival Risonanze celebra non solo il legno che suona e la meravigliosa natura che ci circonda, ma anche Vienna e la sua musica. Dal 17 al 20 una vera immersione nell’atmosfera della capitale asburgica: grandi concerti, la mostra dedicata a Sissi, attività per bambini e famiglie, passeggiate alla scoperta della storia asburgica di queste terre e una ricca proposta enogastronomica che sposa la cucina viennese.

È una vacanza dell’anima: la mattina le esperienze a contatto con gli alberi, nel sentiero degli abeti con yoga, bagni di gong, forest bathing, dog trekking e bike. Il pomeriggio baby risonanze con attività e spettacoli destinati ai piccoli. Nel pomeriggio e sera i concerti, preceduti dai talk aperitivo per incontrare i protagonisti in una modalità diretta e senza filtri.  Tutti gli eventi e le attività saranno organizzate seguendo le disposizioni ministeriali di sicurezza e sarà obbligatoria la prenotazione online. “Confidiamo che sia il periodo estivo, come lo scorso anno, che i progressi nella campagna vaccinale ci permettano di assistere ai concerti senza preoccupazioni: l’organizzazione degli eventi all’aperto e in spazi ampi consentirà la fruizione degli stessi da un gran numero di persone e in sicurezza. Mai come quest’anno sentiamo il bisogno di cultura, musica, natura”, aggiunge Busettini.

Una programmazione ricca, rinviata dal 2020 causa pandemia e finalmente realtà: i celebri Wiener Sängerknaben, piccoli cantori di Vienna, protagonisti di due concerti, sabato 19 giugno in Val Saisera e domenica 20 giugno a Lignano Sabbiadoro. FVG orchestra, guidata dalla bacchetta del viennese Vinzenz Praxmarer, ci cullerà a ritmo di valzer e polka di Strauss padre e figlio. E poi i concerti di musica da camera presso il palazzo veneziano e le baby risonanze, spettacoli musicali e teatrali a tema dedicati ai più piccoli. Durante i talk serali di “Risonanze d’Artista”, con interviste ai protagonisti del festival nel giardino del palazzo Veneziano, si potranno assaggiare anche dolci viennesi e sorseggiare un vino del Danubio.  La mostra “Sissi, la voce del destino” aprirà i battenti il 1 giugno e sarà visitabile fino al 30 settembre. La programmazione e gli orari potrebbero subire modifiche sulla base dei decreti ministeriali in vigore a giugno.